Crea sito

LA MEMORIA

La memoria è quell’archivio di racconti, immagini, ricordi che costituisce la nostra vita. Senza la memoria non ricorderemmo dove trovare il cibo o non sapremmo distinguere le azioni pericolose da quelle normali. Saremmo quindi incapaci di compiere le nostre azioni quotidiane.

IL CERVELLETTO

Se riusciamo ad allacciarci le scarpe oppure a portare la bicicletta è grazie alla memoria motoria, che guida i nostri movimenti e li fa divenire fluidi. Per questo tipo di memoria è essenziale la zona del cervello chiamata cervelletto.

Se riusciamo ad associare ad un volto una persona, ad elaborare un pensiero, ricordare un numero civico, dobbiamo ringraziare memoria cognitiva. Ricordare però una lezione con un argomento che non ci piace è più difficile.

  • Come fa il cervello a scegliere cosa ricordare e cosa no?

Ogni giorno elaboriamo innumerevoli dati, che non ricordiamo tutti (numero telefonico digitato). Questo però non è un punto a sfavore. L’abilità di dimenticare è molto importante. Se ricordassimo tutto ciò che facciamo, il cervello sarebbe sommerso di dati inutili e sarebbe incapace di elaborare dati.

Il cervello sceglie di ricordare tutto ciò che coinvolge l’emotività, per esempio un incidente o uno shock. Con il tempo però anche le memorie a lungo termine vanno a dimenticare, almeno che non le richiamiamo alla mente con una certa frequenza. Il problema è che ogni volta che noi richiamiamo un ricordo, allo stesso tempo lo rielaboriamo, e quindi il ricordo è soggetto a rielaborazioni.

Paragrafo creato da: Sodano