Crea sito

ANAMORFOSI

In inglese sono chiamate anche mindcheats, trucchetti per il cervello. Una definizione che, forse, ci aiuta più di ogni altra a capire a fondo la complessità che si nasconde dietro le illusioni ottiche. Per alcuni potrebbero essere anche dei semplici “trucchi da prestigiatore”, nella realtà si tratta di complessi trucchi capaci di mandare in tilt il cervello con informazioni sensoriali discordanti.

Sono famose, ad esempio, quelle legate Psicologia della gestalt: immagini “bifronte”, che possono assumere doppia valenza a seconda della prospettiva o del punto di vista da cui le si osserva. E, a proposito di prospettiva, è impossibile non fare riferimento all’anamorfosi.

Sembra una parola complicata, in realtà l’anamorfosi non è altro che un’immagine fortemente distorta che acquista la «vera forma» solo quando l’osservatore si dispone in una particolare posizione molto inclinata rispetto al suo piano.

Pur potendo sembrare anche una parolaccia o una brutta parola, l’anamorfosi non è altro che una tecnica grafica per la quale un’immagine viene proiettata sul piano in modo distorto, rendendo il soggetto originario riconoscibile solamente se guardato dalla giusta prospettiva e distanza.
L’anamorfosi trova applicazione anche ai nostri giorni. Molti registi e produttori cinematografici, ad esempio, la utilizzano per realizzare riprese con un formato differente rispetto alla grandezza della pellicola cinematografica. Un altro esempio di anamorfosi è quello dei tabelloni e insegne pubblicitarie in alcune discipline sportive (calcio e Formula 1 in particolare). Pur apparendo perfette dalla soggettiva della telecamera, le insegne sono disegnate distorte sul suolo.

nella visione prospetticamonoculare noi vediamo le immagini come se fossero proiettate su un piano trasparente verticale. Se vi osserviamo un triangolo verde posto verticalmente, tale immagine corrisponde sia ad un triangolo realmente verticale che ad un lunghissimo triangolo orizzontale. È possibile, quindi, realizzare delle immagini piane poste sul pavimento che appaiono svettare verso l’alto, o forme comunque distribuite su più superfici che si ricompongono solo da un determinato punto di vista.

Per esempio:

Reale “forma” dell immagine che vediamo
Un’illusione ottica nel campo sportivo

Proprio per i suoi effetti ottici sorprendenti, l’anamorfosi è stata sfruttata spesso nella pubblicità, anche negli spot video. Ecco un esempio

Ed ecco svelati tutti i segreti del secondo spot con un dietro-le-quinte davvero istruttivo!

Si Può Anche Creare Una Figura Anamorfica Cilindrica

Per realizzare un disegno anamorfico cilindrico è necessario predisporre due griglie, una ortogonale ed una polare con lo stesso numero di maglie

esempi di come realizzarli…

Bisogna
disegnare una figura sulla griglia ortogonale

Riportarla sulla griglia polare
Bisogna
lavorare osservando l’immagine che si sta disegnando sul cilindro

Questo è il risultato

Paragrafo creato da: Piscitelli C.